Login
 
Logo SCPR

 


Via Vallombrosa, 81

 00135 - Roma


Via Cecilio Stazio, 13


00136 - Roma


 


Via Antonio Gramsci, 66

 Anzio


 


 




 




 
Le domande più frequenti

Chi è lo psicologo?

Ha una laurea in psicologia, che prevede diversi indirizzi mirati a fornire una settorialità di conoscenza (clinico, educativo, sperimentale, sociale, organizzativo). Per essere un professionista abilitato all'esercizio della professione, lo psicologo deve obbligatoriamente iscriversi all'Ordine professionale degli Psicologi. Si rivolge allo psicologo chi vuole avere una visione preliminare del suo problema o un sostegno di tipo psicologico.
L'iter per accedere alla professione di psicologo prevede i seguenti passi:
  1. il conseguimento della laurea quinquennale in Psicologia (vecchio ordinamento), o quella di secondo livello (nuovo ordinamento);
  2. un periodo di tirocinio pratico post-lauream presso Enti e/o strutture accreditate;
  3. il superamento dell'esame di stato per l'abilitazione;
  4. l'iscrizione all'Albo professionale, che ne garantisce la professionalità.

Chi è lo psicoterapeuta?

Oltre alla laurea in psicologia, o in medicina, e all'iscrizione all'Ordine degli Psicologi, lo psicoterapeuta ha una specializzazione post universitaria di almeno quattro anni.. Amplia il campo di interazione e azione e può fornire una valutazione della situazione al fine di costruire una diagnosi e disporre di ipotesi per fornire un trattamento terapeutico. Si avvale di particolari tecniche e modelli teorici che da un lato lo sostengono nell'avvicinarsi alla storia, al vissuto e alle situazioni presenti  del paziente, e dall'altro lo aiutano ad impostare il lavoro da portare avanti. :E’consapevole di essere a contatto con temi personali e delicati su cui occorre esercitare riserbo e rispetto. Lo psicologo psicoterapeuta non prescrive farmaci in quanto non abilitato dalla sua formazione professionale

Chi è lo psichiatra?

E’ un laureato in medicina con specializzazione in psichiatria. Non è necessariamente anche psicoterapeuta. Tratta i disturbi psichici attraverso l'utilizzo di farmaci e può collaborare con lo psicologo o lo psicoterapeuta nel fornire supporto ad una stessa persona, ottenendo un risultato migliore di quello che verrebbe raggiunto attraverso l'utilizzo esclusivo di uno dei due approcci.

Quando rivolgersi a uno psicoterapeuta?

In alcuni momenti della vita può accadere di star male, di sentirsi incompresi, non capiti,       di avere problemi che sono fonte di stress, disagio e sofferenza,e che minano la propria serenità mentale. Ci si può sentire intralciati, incapaci di prendere decisioni, essere tristi, disperati, insoddisfatti, di avere poca stima di se stessi e di sottrarsi quindi a possibili miglioramenti, di avere una vita relazionale frastornata o difficili crisi familiari. La persona si accorge di non saper controllare o gestire i propri pensieri, le proprie emozioni, i propri comportamenti Si avvicina pertanto alla psicoterapia per avere un aiuto, un sostegno, una spalla, nel capire meglio cosa sta succedendo, nel trovare un sollievo dalla propria sofferenza e nel risolvere il problema.
La psicoterapia aiuta a riorganizzare le emozioni, i pensieri, le sensazioni e/o i comportamenti per ritrovare il proprio benessere mentale, la propria strada
Chiedere aiuto ad un'altra persona può essere una delle azioni più difficili da intraprendere, perché si associa ad una serie di percezioni e valutazioni negative su di sé. Tuttavia rivolgersi ad uno psicoterapeuta per avere aiuto costituisce l'opportunità di dare una svolta positiva al proprio stato di malessere.
Compito dello psicoterapeuta è quello di aiutare a scoprire, a ritrovare, ed utilizzare le risorse presenti dentro ognuno di noi.
Per cominciare un percorso psicoterapeutico, però, non per forza bisogna trovarsi in un momento di sofferenza. Molte persone decidono di rivolgersi ad uno psicoterapeuta perché desiderano iniziare un percorso di autoconoscenza, di cambiamento e di crescita per migliorare la propria qualità di vita. La psicoterapia dà l'opportunità alla persona di percorrere una strada verso l'autoconsapevolezza, l'autodeterminazione, la serenità con se e con l’ambiente circostante; è un laboratorio in cui ognuno è libero di scoprirsi, ritrovarsi, ottenere una maggiore consapevolezza di se e di cio che ci circonda.
Il ruolo dello psicoterapeuta è di prendere per mano la persona per accompagnarla e sostenerla, ma senza sostituire la decisione dell'altro, senza fornire soluzioni prefabbricate, perché ogni individuo è un universo unico.

Come si fa a sapere di avere bisogno di uno psicologo-psicoterapeuta?

Si ha bisogno di uno psicologo quando si avverte una sofferenza psicologica, quando ci si accorge che non si riesce ad avere rapporti sereni con sé stessi, prima di tutto, e con gli altri, quando ci si accorge di avere reazioni inadeguate e che portano sofferenza a sé stessi e agli altri.

Copyright (c) SCPR - Studio di Consulenza Psicologica e Psicoterapia Relazionale - Roma